MSI GE62 7RE Apache Pro: il notebook gaming con GeForce GTX 1050Ti

MSI GE62 7RE Apache Pro: il notebook gaming con GeForce GTX 1050Ti

Un notebook per il gaming nella tradizione di MSI

Al Computex 2017 di Taipei uno dei temi più battuti dai produttori taiwanesi di componenti per PC è stato quello delle soluzioni per i videogiocatori. Non è stata di certo una sorpresa, in quanto sono anni che il settore del gaming su PC conosce un interesse in crescita con sviluppo e vendite di prodotti sempre più specifici che possano andare incontro alle esigenze dei videogiocatori.

I passi in avanti più netti sono stati indubbiamente quelli registrati dal settore dei sistemi da gioco portatili, grazie ad un aumento della potenza di elaborazione che si è abbinato ad un contenimento delle dimensioni. I notebook gaming sono diventati di fatto equivalenti, quanto a prestazioni velocistiche con giochi, alle proposte desktop basate sulla stessa tipologia di GPU. In questo bisogna riconoscere merito a NVIDIA, che con la famiglia di GPU GeForce GTX 1000 è riuscita a offrire chip video pressoché identici per funzionalità e prestazioni passando da desktop a notebook.

Non sorprende quindi vedere un numero sempre più elevato di videogiocatori appassionati che opta per l’acquisto di un notebook gaming, da utilizzare non solo per intrattenersi ma anche quale strumento di lavoro. Questi PC sono spesso i più potenti presenti sul mercato e proprio per questo motivo possono rappresentare una valida opzione di acquisto anche per quei professionisti che hanno necessità di una potenza di elaborazione lato CPU e GPU superiore alla media.

Tra le aziende che rivestono un ruolo di primo piano nel settore dei notebook gaming non possiamo dimenticare MSI, che crede in modo così marcato nel settore del gaming su PC da aver cambiato alcuni anni fa logo e branding per legarli in modo indissolubile proprio ai videogiocatori. Scelta azzardata quella di puntare tutto su un mercato ricco ma che può essere considerato di nicchia, ma scelta che sino ad oggi si sta rivelando di successo per l’azienda taiwanese.

La gamma di notebook MSI per i videogiocatori comprende una ricca varietà di design e di opzioni per quanto riguarda i componenti: gli scermi variano dai 14 pollici sino ai 17,3 dei sistemi più grandi, con processori Intel della famiglia Core abbinati alle schede video NVIDIA dotati delle GPU GeForce GTX 1000. Nel caso del notebook in prova in queste pagine, modello GE62 7RE Apache, troviamo l’abbinamento tra CPU Intel Core i7-7700HQ, modello quad core con architettura Kaby Lake, e la scheda video GeForce GTX 1050Ti: il tutto è abbinato ad uno schermo da 15,6 pollici di diagonale e risoluzione Full HD di 1920×1080 pixel.

notebook_8.jpg (107510 bytes)

Sulla carta questo vuole essere un sistema bilanciato, proposto a 1.400€ IVA inclusa nel mercato italiano e capace per questo di offrire prestazioni di valido livello tanto con applicazioni di produttività personale come con i videogiochi. Nella tabella seguente ne abbiamo raccolto le principali caratteristiche tecniche.

 

Modello

MSI GE62 7RE Apache Pro
CPU Intel Core i7-7700HQ
GPU NVIDIA GeForce GTX 1050Ti
chipset Intel HM175
memoria 16GB DDR4-2400 (2x8GB)
schermo 15,6 pollici, 1.920×1.080 pixel, IPS
storage SSD 128GB (M.2)
storage HDD 1TB 7.200rpm
LAN Ethernet Gigabit, Killer E2500
WI-Fi 802.11 ac
Killer E2500
lettore ottico masterizzatore DVD
Bluetooth V.4.2
webcam HD 30fps
lettore memoria SD (XC/HC)
lettore ottico si
HDMI 1, standard 1.4b
Display Port 1 mini-Display Port 1.2
VGA si
USB 1 Type-A 2.0
2 Type-A 3.0
1 Type-C 3.1
dimensioni 383x260x27-29mm
peso 2,4Kg
batteria 51Wh, 6 celle

 

Ingombro e peso sono bilanciati alla diagonale scelta per il display, pari a 15,6 pollici: lo spazio complessivamente a disposizione è sicuramente adeguato, grazie anche all’utilizzo di una tastiera con tastierino numerico laterale. Il peso dichiarato è pari a 2,4Kg, non elevato in assoluto considerando le caratteristiche di questo prodotto, mentre lo spessore varia da un minimo di 27mm a uno massimo di 29mm. Il notebook non è tra i più sottili in assoluto ma non raggiunge i livelli di alcune altre proposte dotate di GPU più potenti che MSI e altre aziende propongono sul mercato. Del resto non ci si può di certo attendere uno spessore da Ultrabook in un PC portatile destinato ai videogiocatori.

notebook_5.jpg (40322 bytes)

notebook_6.jpg (41052 bytes)

Il notebook MSI GE62 7RE Apache riprende a costruzione tipica dei modelli MSI per gamers: chassis in materiale plastico, con cover dello schermo e superficie della tastiera in alluminio così da avere una finitura qualitativamente più curata nei punti di maggiore contatto. Tutte le porte di connessione sono montate sui lati del prodotto, con il lato sinistro dominato da porta Ethernet, due USB 3.0, una USB Type-C 3.1, uscite video HDMI e mini Display Port oltre ai due connettori mini jack per microfono e cuffie. Sul lato destro troviamo il lettore ottico, un connettore USB 2.0, il connettore per l’alimentatore e il lettore per schede memoria di tipo SD. L’alimentatore ha dimensioni importanti ma mantiene uno spessore abbastanza contenuto vista la potenza di elaborazione del notebook.

notebook_7.jpg (139073 bytes)

La tastiera è la classica soluzione utilizzata da MSI nei propri notebook gaming, sviluppata in collaborazione con Steelseries: una serie di LED RGB posizionati sotto i tasti permettono di fornire retroilluminazione lasciando all’utente la libertà di selezionare i colori preferiti assieme al pattern di illuminazione e alla sua intensità. I tasti sono disposti ad isola, con un discreto contrasto nella digitazione e una corsa media. Il touchpad ha finitura in alluminio satinato, come la parte superiore dello chassis in corrispondenza della tastiera, con una risposta complessivamente discreta. Visto il target di riferimento di questo prodotto è difficile pensare che il touchpad verrà utilizzato molto spesso, venendo preferito ad un mouse soprattutto pensando all’interazione con i videogiochi.

In considerazione del posizionamento di prezzo di questo sistema e del suo target di riferimento MSI ha scelto di installare una unità SSD da 128 Gbytes di capacità, più che sufficiente per gestire sistema operativo e alcuni dei dati installati, accanto ad un hard disk meccanico da 1 Terabyte di capacità. Quest’ultimo verrà scelto dall’utente per installare la propria libreria di giochi e più in generale per i dati che vogliono essere resi disponibili in locale sul PC. La memoria di sistema è di tipo DDR4-2400 in quantitativo di 16 Gbytes, con due moduli SoDimm che permettono di abilitare la modalità dual channel.

notebook_aperto.jpg (135008 bytes)

Il sistema di raffreddamento implementato da MSI in questo notebook prevede due distinte ventole, abbinati a radiatori che sono collegati a CPU e GPU attraverso heatpipes in rame. Il design prevede che il processore Intel Core i7 sia raffreddato da una sola delle ventole, mentre la GPU NVIDIA sia collegata a heatpipes che terminano in corrispondenza di entrambe le ventole. Questo principio di funzionamento permette di ottenere una buona dissipazione termica complessiva, anche se manifesta una certa rumorosità di funzionamento più evidente quando si utilizza al massimo delle possibilità la GPU dedicata.

dragon_center_1_s.jpg (58224 bytes)

dragon_center_2_s.jpg (63944 bytes)

dragon_center_3_s.jpg (54635 bytes)

Dragon Center è il nome con il quale MSI indica il proprio tool di configurazione software, grazie al quale vengono impostate numerose opzioni accessorie di questo portatile. E’ possibile abilitare le modalità Xboost per USB e Storage, selezionare livelli prestazionali con alcuni preset definiti in fabbrica e intervenire sulla velocità di rotazione delle ventole integrate nel sistema. Da Dragon Center è inoltre possibile configurare la modalità di funzionamento dei LED della tastiera, programmandoli a seconda delle proprie preferenze soggettive, oltre che intervenire sulla frequenza di clock della GPU NVIDIA così da spingersi oltre i valori di default per questo prodotto. La CPU Intel non appartiene alla famiglia K pertanto non permette di modificare in overclock il valore del moltiplicatore di frequenza.

Fonte http://www.hwupgrade.it

About the Author

Leave a Reply